Donne da favola – Biancaneve

Tocca a me, adesso, raccontare la mia storia. Come Cenerentola, sono anche io vittima della mia fama e ora che non sono più una bambina ne una adolescente esibisco con piacere i miei capelli bianchi. In fondo, mi chiamo Biancaneve e chi lo dice che deve essere bianca (solo) la carnagione? Anzi, la mia con…

Leggi

Donne da favola – Cenerentola

Io sono Cenerentola. Sì, sì, proprio,’quella’ Cenerentola. Lo so, sono famosa in tutto il mondo. Almeno quello occidentale. Insieme alle mie amiche per la pelle, Biancaneve, Bella, Rosaspina (anche nota come Aurora). In barba al luogo comune della rivalità femminile, noi quattro andiamo d’accordissimo e, quando i nostri impegni professionali ce lo consentono, ci vediamo…

Leggi

Il virus, la borsa e la vita

Scenario: Maremma ricca di turismo agiato, seconde case opulente riaperte in fretta e furia all’affacciarsi della stagione dell’epidemia, quella dei ricchi senza mascherina, gli sfollati senza coscienza, ma con servitù. Intreccio: tutti i domestici stagionali vengo richiamati in servizio per far splendere i rifugi di chi si ritira dal virus, portandolo nelle valigie del nord.…

Leggi

Mamma a distanza, ci mancava solo il lockdown

Essere una mamma a distanza in lockdown richiede una robusta dose di pazienza in più. Ovvio. Il lockdown è soprattutto questo: assenza. Nemmeno nelle mie più sfrenate previsioni da Cassandra avrei mai immaginato di essere separata da mia figlia senza data di scadenza della pena. E invece, eccomi qua con una bella giaculatoria. È dura…

Leggi

Diario del coronavirus/Ora, regoliamoci

Lunedì, 4 maggio Ultima settimana di questo diario. Ecco le sospirate le riaperture, le speranze di una vita quasi normale, le aspettative del buonsenso. Alla fine di questi primi sette giorni di semilibertà, capiremo quanto il bene comune prevale sulla sindrome dello scolaro furbetto. Il primo giorno di ripresa ci ha regalato qualche traffico in…

Leggi

Diario del coronavirus/segnali e speranze

Lunedì, 27 aprile La fase due annunciata domenica in tv da Conte ha sollevato un vespaio incattivito. La cattività prolungata, unita alla delusione per le riaperture risicate, fa montare la rabbia. Nessuno sembra prendere in considerazione il fatto che il contagio sta scenpmando, ma il virus non è debellato. Riaprire tutto adesso porterebbe a far…

Leggi

Diario del coronavirus/libertà e progressi

. Lunedì, 20 aprile Diluvio universale e malumore appiccicoso. I numeri del diavolo (contagi, morti, terapie intensive, ecc) scendono. Con avarizia, ma scendono. Riprendono forza i cavilli. The flavour of the day è la app per tracciare i contagi. Sbrighiamoci a metterla in funzione, no? Tanto più su base volontaria. No, invece. Ci vogliono i…

Leggi

Diario del coronavirus/liti e miopie

Lunedì, 13 aprile Primi segnali di insofferenza. Comincio a non poterne più. Ma ho ancora cinque giorni da superare. E poi? Al massimo il giro del palazzo. Una sola volta. Il clima si è fatto decisamente più amichevole. Le finestre ora restano aperte fino al buio. Si catturano scampoli acustici delle vite altrui. Dal balcone…

Leggi

Diario del coronavirus/tampone e quarantena

Lunedì, 6 aprile La notizia di giornata è che il mio capo in Aifa è positivo al virus. Organizzo subito un comunicato stampa. Meglio la chiarezza che le voci. Però, noi che abbiamo avuto contatti (un po’) ravvicinati con lui, a casa in isolamento. Domani faremo il tampone e sapremo meglio. Stato d’animo contrastante. In…

Leggi

Diario del coronavirus/ordini e contrordini

Lunedì 30 marzo La settimana comincia con Victor Orban che ottiene dal parlamento ungherese (lo scrivo volutamente minuscolo) pieni poteri senza limiti di tempo. È per l’emergenza sanitaria, dicono laggiù. Governerà per decreto senza limiti di tempo e, tra gli inasprimenti, ci sono pene severe per chi diffonderà fake news. Sappiamo bene che rapporti complicati…

Leggi