Galle, la coloniale

Se si venisse solo a Galle, non si avrebbe alcuna idea dello Sri Lanka. Tuk tuk a parte, che spalmano una mano di uniformità sul paesaggio, questa città raccolta dentro mura olandesi, con il resto non c’entra proprio niente. A un centinaio di kilometri a sud di Colombo,  Galle ha una personalità fortemente coloniale ed europea.…

Il fascino segreto di Dambulla

Dambulla se ne sta poco discosta dalle antiche città sacre. Rispetto a loro, alle gigantesse Polonaruwa, Anuradhapura e Sigiriya, non fa clamore. Dopo aver tanto girovagato per rovine assolate, un’altra scarpinata non alletta molti. Anche noi siamo andate non troppo convinte. Ma era solo una piccola deviazione. E siamo state premiate. Alla base del percorso…

Il Budda nella roccia

D’improvviso, sulla strada da Nuwara Elia verso lo Yala park, il nostro driver ci propone una deviazione per un tempio. Ancora??? Però, prevale la curiosità, e ci avviamo per una strada stretta, sterrata e polverosa. Dopo pochi kilometri, ci fermiamo. Ancora qualche centinaio di metri e ci troviamo di fronte questo spettacolo. Nel mezzo del…

Il giorno del tè

Dopo il caffè in Costarica,  il the’ di Sri Lanka.  Sto diventando una vera esperta di bevande. Abbiamo visitato il Museo del tè a Kandy, propedeutico alla tappa di Nuwara Elia,  l’area al centro dell’isola da dove proviene tutto il famoso tè di Ceylon.  Il museo, descritto come ‘imperdibile’ dalla guida, detto sommessamente, si può…

Scherzare con il fuoco

Tra le tentazioni alle quali cedo sempre in viaggio, c’è quella di assistere ad uno spettacolo tradizionale. Musica, canti, balli, costumi luccicanti. Ormai è rarissimo riuscire a trovare posti  non infestati dal richiamo consumista, quindi bisogna rassegnarsi a fare la fila con molte altre macchine fotografiche. Una formula cui è difficile sottrarsi un po’ dappertutto. …

Tamil on the road

Interessante esperienza on the road (letteralmente) con una processione tamil. Il 12 luglio per gli indù si festeggia Guru Purnima.  Nelle due settimane precedenti e’ tutto un pullulare di raduni preparatori per arrivare a onorare Ganesh, dio dalla testa di elefante, che i tamil chiamano Vinayaak, cioè ‘porta doni’. A lui chiedono prosperità e salute…