Preveli, un incongruo naturale

Una gola foderata di palme rigogliose intorno a un torrente turchese che scende direttamente dalla montagna, maestosa e solitaria, per mescolarsi felicemente con il mare blu. Abitanti avvistati oche e pesci acrobati che si lanciano verso il cielo, dove nel frattempo elucubrano enormi aquile vigili. Preveli beach, detta anche Palm beach, proprio non te l’aspetti,…

Stanza con vista pietre

Dopo parecchi giorni di grazia intensa, l’ineluttabile si è compiuto. E’ comparsa una giornata no. Anzi, ni, a voler essere sinceri. Per la prima volta Booking.com ha fatto cilecca e ci ha condotto in un posto che non posso approvare. Taverna Ammoudi, si chiama. E si fregia  di un 8 e spiccioli, ma è fasullo…

Balos del vento

Ormai sta diventando una tradizione: i primi due giorni in un nuovo posto vengo salutata dal vento. Come a ’passare lo straccio’ sulla vita solita. E’ successo in Barbados, ora di nuovo in Creta.  Come per le giungle, ci sono venti e venti. Da ieri mattina mi ha accompagnato e sollevato, spinto da Atene a…

Fuori programma

Poche parole e c’è l’intesa. Fatto. Via. Si parte. Solo avventura, in una estate che non prometteva granché. Una borsa leggera, abiti ridotti al minimo per completare il leggerissimo bagaglio mentale che voglio con me. Sono quasi tutte cose vecchie, delle quali mi sgrullerò strada facendo. Lascio il resto a casa. Da quando abbiamo preso…

La tela di Gustavo

Una stranezza: per una volta ho conosciuto un uomo che ha abbandonato il suo lavoro ‘da uomo’ per abbracciarne uno tipicamente femminile. Si chiama Gustavo e tesse asciugamani, tovaglie e altre tele all’ombra dell’abbazia di Farfa. Conosco questo borgo da quando c’erano quattro case ornate di gerani rossi raggomitolate intorno ai monaci. Non c’erano negozi…