Pavoneggiarsi

P Un tempo era lo zoo e quando ci si andava si faceva ineluttabilmente la foto con il leoncino. O il tigrotto. Molto scorretto politicamente ma allora chi sapeva degli anatemi della natura? Eravamo pecore nere e non lo sapevamo… Oggi è Bioparco. Cambiati lo stile di vita e la filosofia, l’atmosfera è rimasta un…

Non partire

Non partire. Non è imperativo categorico, piuttosto tempo infinito negativo. Constatazione, più che altro. Luglio e agosto. Domanda classica: dove vai? Che fai quest’estate? No, io non parto in questi mesi. Banale dire che la ricetta prezzi alti, affollamento, traffico, bellezze snaturate, non mi si addice.  Con sincerità vedo andare senza invidia, progettare percorsi divorati…

Festa di compleanno in missione

Latte e biscotti. I bambini che oggi hanno marcato visita all’infermeria della missione Cuori grandi oggi hanno avuto almeno questa bella sorpresa. Perché oggi, 10 giugno, l’infermeria compie un anno e Chiara, che ne è l’anima, non poteva non celebrare l’avvenimento con i piccoli visitatori. Tranne, ci tiene a precisare lei, quelli diabetici e i…

Vacanze romane

Andare in giro in scooter, stendendo Roma davanti a occhi nuovi e diversi. Civettare con gli angoli sapendo di sorprendere alla svolta. E che le luci gialle di notte stendono il velo bonario su rughe e altre sfattezze di questa città. Vacanze romane, per una romana irriducibile suo malgrado. Epperò, tra buche e meraviglie, io…

La tripletta di Amakpapè

La natalità in Togo è assai alta. I bambini scorrazzano ovunque e l’età media è bassa bassa, metà della popolazione è sotto i 18 anni, quasi tre milioni di ragazzi a briglia più o meno sciolta. Per quanto riguarda i nomi, fantasia e assoluta inerzia sembrano ingredienti saporiti nella scelta. C’è una pletora di Gesù,…

Nostalgie e ritorni

Fatta non fui per viver sedentaria. Tornare non è la mia specialità. Non ci sono tagliata. E, in effetti, io non torno mai indietro. Quindi, ogni volta che stacco il biglietto del rientro, soffro. Leggo di persone che spasimano il loro letto, il cibo, caffè e parmigiano, le strade di casa, luci, ombre, colori e…

Le Reginelle di Flora

Chi mi conosce anche poco sa che la moda non è cosa mia, figuriamoci se frequento e so di sfilate. Quindi scrivo per raccontare la storia della impresa di Flora che ha creato, cucito e poi portato agli occhi i suoi abiti. E ne ha fatto una festa. “Gioco di squadra”, dice il papà Giorgio…

La festa della mamma lontana

Comincia prima, molto prima. Ma ‘il momento’ del carpiato del cuore è quando leggo ‘landed’. Cioè è qui, ormai a pochi metri e a manciate di minuti l’abbraccio. Ogni volta che Flaminia torna da Lancaster è così. Mica mi abituo. Mi abituo all’assenza, ormai. Semmai. Ma ai ritorni no. Sono sempre una fonte di felicità.…