La tela di Gustavo

Una stranezza: per una volta ho conosciuto un uomo che ha abbandonato il suo lavoro ‘da uomo’ per abbracciarne uno tipicamente femminile. Si chiama Gustavo e tesse asciugamani, tovaglie e altre tele all’ombra dell’abbazia di Farfa. Conosco questo borgo da quando c’erano quattro case ornate di gerani rossi raggomitolate intorno ai monaci. Non c’erano negozi…